Cause del dolore notturno ai piedi: quando preoccuparsi?

Cause del dolore notturno ai piedi

Cause del dolore notturno ai piedi

Può capitare che di notte ci si svegli per andare in bagno o per un crampo o un brutto sogno. Ma mole persone si svegliano o hanno difficoltà a dormire a causa di un insistente dolore ai piedi o alle dita dei piedi. Questo problema interessa soprattutto le persone over 65 con una storia di fumo, diabete, ipertensione e ipercolesterolemia alle spalle. Vediamo insieme quali sono le cause del dolore notturno ai piedi.

Quando il problema è la circolazione

Molti credono che il dolore che interessa i piedi durante la notte sia correlato a gotta oppure all’artrite. E’ certamente possibile, come lo è anche l’aver camminato troppo a lungo indossando scarpe inadatte o avere il cosiddetto Neuroma di Morton, una metatarsalgia molto frequente che provoca un dolore molto intenso che dalle dita dei piedi si irradia a tutto l’arto.

Ma la causa può essere anche legata ad un problema della circolazione che si evidenzia soprattutto quando si sta a riposo.

Può essere un segno di ischemia critica degli arti inferiori: i vasi sono così bloccati che non riescono a fornire la minima quantità di ossigeno necessaria ai tessuti del piede e delle dita.

Il problema si sviluppa lentamente nel tempo e spesso i pazienti si adattano a questo dolore, cercando posizioni e posture antalgiche in modo da rendere il dolore più tollerabile (ad esempio dormono mettendo una gamba fuori dal letto penzoloni), ma il dolore notturno ai piedi, soprattutto se prolungato nel tempo, non va mai sottovalutato.

A cosa prestare attenzione

I pazienti che hanno problemi di circolazione agli arti inferiori e che soffrono di dolore notturno ai piedi e alle dita dei piedi possono alzarsi frequentemente per andare in bagno, e credono erroneamente di essersi svegliati per lo stimolo di urinare mentre in realtà la causa è proprio il dolore.

Alzandosi dal letto si sentono meglio, grazie alla gravità che migliora la circolazione arteriosa, e magari riescono anche a riposare ancora un po’, ma alla fine si ritrovano con il piede penzolante fuori dal letto oppure dormono in poltrona.

Un consulto con un chirurgo vascolare ed appositi esami diagnostici permetteranno di fugare ogni dubbio e stabilire quali siano le reali cause del dolore notturno ai piedi e quale strategia terapeutica adottare.

Riferimenti bibliografici

LE INFORMAZIONI DEL BLOG NON SONO CONSIGLI NE ARTICOLI MEDICI MA INFORMAZIONI DIVULGATIVE E SUGGERIMENTI PER FAVORIRE UNA CONCEZIONE PROATTIVA DI SALUTE E BENESSERE