Le vene varicose sono un rischio?

Le vene varicose sono un rischio

Le vene varicose sono un rischio?

Le vene varicose sono generalmente considerate una condizione lieve e non pericolosa per la vita e la maggior parte delle persone le considerano per lo più un problema estetico che di salute. Tuttavia è importante sempre sottolineare che le varici possono essere associate ad alcuni problemi come gonfiore alle gambe, coaguli di sangue o danni alla pelle causati dalla pressione delle vene e possono anche aumentare il rischio di infezioni e ulcere.

Le cause

Normalmente le valvole all’interno delle vene regolano correttamente il flusso di sangue che risale dagli arti inferiori verso il cuore, ma se queste valvole non funzionano correttamente parte del sangue scorre all’indietro, di nuovo verso i piedi. In questo modo le vene si gonfiano diventando visibili sotto la pelle.

Alcuni fattori di rischio conosciuti delle vene varicose sono:

  • fattori ereditari e precedenti familiari;
  • gravidanza;
  • obesità;
  • stare in piedi o seduti per molto tempo

Le vene varicose si sviluppano spesso, quindi, come parte del processo di invecchiamento oppure dopo anni di aumento della pressione venosa causata dalla posizione eretta o seduta per periodi prolungati.

Rimedi per varici: i trattamenti più efficaci

Le conseguenze delle vene varicose

L’idea che le vene varicose siano solo un problema estetico e non provochino rischi per la salute cardiovascolare è stata confutata da diversi studi, anche recenti.

Vi segnalo una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica JAMA: gli studiosi hanno indagato sulla possibile correlazione tra varici e complicanze vascolari come trombosi venosa profonda (TVP) – quando un coagulo di sangue si forma in una vena profonda, ostruendo il flusso sanguigno
embolia polmonare (EP) – se il coagulo di sangue viaggia verso i polmoni, causando un’embolia polmonare che blocca il flusso di sangue ai polmoni – e arteriopatia periferica degli arti inferiori (PAD).

Lo studio ha preso in considerazione i dati relativi a 213mila persone, per lo più donne di età media 55 anni, con vene varicose. In un periodo di follow-up di 7 anni e mezzo è emerso che l’incidenza annua di trombosi venosa profonda era significativamente più alta rispetto al gruppo di controllo, e ed è risultata più elevata anche l’incidenza di EP e PAD.

Quando intervenire

Il trattamento precoce è importante perché più le varici diventano evidenti e sintomatiche e più diventano difficili da trattare. Quando le varici diventano sintomatiche possono causare bruciore, dolore e gonfore agli arti inferiori ma anche essere foriere di complicazioni anche serie.

Riferimenti bibliografici

LE INFORMAZIONI DEL BLOG NON SONO CONSIGLI NE ARTICOLI MEDICI MA INFORMAZIONI DIVULGATIVE E SUGGERIMENTI PER FAVORIRE UNA CONCEZIONE PROATTIVA DI SALUTE E BENESSERE