Rimedi e interventi per vene varicose

Le varici sono frequentemente il risultato di problemi presenti nel sistema valvolare delle vene stesse. Tutte le vene degli arti inferiori contengono diverse valvole unidirezionali che aiutano il sangue a risalire verso l’alto, quindi verso il cuore. Nel caso in cui una o alcune di queste valvole diventino incontinenti allora il sangue non riesce più a risalire correttamente e prende una direzione sbagliata, quindi verso il basso, sovradistendendo i rami venosi. L‘aumento della pressione con il tempo produce una dilatazione e una deformazione delle vene superficiali che cominciano ad essere evidenti (vene varicose) e al tempo stesso possono manifestarsi dilatazioni evidenti anche dei capillari (telangiectasie). Vediamo insieme quali sono i rimedi e interventi per vene varicose.

Per molti le vene varicose rappresentano per lo più un problema estetico, ma in realtà le varici sono soprattutto un problema MEDICO. La malattia venosa cronica (MVC) si verifica quando una vena non funziona correttamente, causando un disturbo al regolare flusso sanguigno e può provocare sintomi come:

  • crampi;
  • prurito e dolore, soprattutto di notte;
  • formicolio;

Intervento chirurgico per le vene varicose

La maggior parte degli interventi per le vene varicose prevede una o più delle seguenti procedure:

  • incisione di 3-4 centimetri all’inguine, con l’isolamento, la legatura e la sezione della safena e con sezione di tutti rami collaterali;
  • un’incisione dietro il ginocchio per la legatura e sezione della vena piccola safena al suo sbocco;
  • lo stripping della safena incontinente e dilatata, che si ottiene strappando la vena safena;
  • la rimozione chirurgica delle varici attraverso piccole incisioni della cute.

Ma al giorno d’oggi le vene varicose possono essere rimosse, distrutte o anche trattate con le nuove strategie conservative.

Ogni trattamento o intervento va valutato dal chirurgo vascolare dopo aver effettuato un esame completo, che può essere eseguito utilizzando una ecografia ultrasuoni duplex, per osservare il sistema circolatorio della gamba, o una cartografia pre-operatoria, che consente di avere una vera e propria mappa completa delle direzioni del flusso sanguigno al fine di evidenziarne e localizzarne le anomalie.


Laser e chirurgia ablativa delle varici

Tra i rimedi e interventi per vene varicose inseriti nella chirurgia endovascolare delle varici troviamo il Laser (EVLT), la termoablazione con radiofrequenza (RFA), la flebectomia ambulatoriale, la T.R.A.P (fleboterapia rigenerativa angiovenosa profonda) e l’occlusione della safena e delle vene varicose mediante colla. Si tratta di procedure eseguite in anestesia locale.

  • Il laser per varici permette di occludere il vaso grazie ad una fibra laser che emette calore.
  • La termoablazione con radiofrequenza per varici sfrutta il potere dell’elevata temperatura prodotta dalla radiofrequenza per occludere la vena.
  • La colla di cianoacrilato venaseal sigilla la vena malata.
  • La flebectomia ambulatoriale per le varici consente al chirurgo di estrarre con dei mini uncini le vene interessate
  • R.A.P, la fleboterapia rigenerativa angiovenosa profonda, indicata soprattutto per varici reticolari e telangiectasie, mira a ristrutturare la parete venosa invece che distruggerla.


Chirurgia emodinamica conservativa delle varici – CHIVA

La chirurgia emodinamica delle varici ha come scopo principale la conservazione della safena. L’intervento avviene generalmente in day hospital e in anestesia locale e va eseguito solo dopo aver completato una completa cartografia del sistema venoso.

Il metodo CHIVA è il più popolare nell’ambito della chirurgia emodinamica conservativa del tronco safenico


Scleroterapia

La scleroterapia emodinamica consiste nell’iniezione endovenosa di un liquido sclerosante (oppure di una schiuma, scleromousse) e conseguente bendaggio la vena trattata. Le sostanze iniettate causano un’infiammazione locale e quindi un graduale rigonfiamento delle pareti con successivo indurimento (sclerosi) della vena. La terapia sclerosante resta un valido sistema per il trattamento di piccole vene varicose, di varici residue dopo l’intervento e soprattutto dei capillari.


Rimedi e interventi per vene varicose, dove farli

Il dottor Francesco Collarino, chirurgo vascolare, effettua procedure di chirurgia vascolare per le varici, laser, radiofrequenza, scleroterapia, TRAP, CHIVA e occlusione della varice mediante colla nelle sedi di Pistoia, Alba e Napoli.

Riferimenti bibliografici

    Cosa sono i "capillari rotti"

    Come curare i "capillari rotti"

    Cellulite cause e rimedi"

    Cosa sono le Vene Varicose

    Come curare le Vene Varicose

    Cosa sono Emorroidi, Ragadi, Fistole e Prolassi anali

    Come curare Emorroidi, Ragadi, Fistole e Prolassi anali

    Rimedi naturali per patologia Proctologiche. Sono efficaci?

    Tempi di ripresa dei trattamenti Proctologici

    Cosa sono i "capillari rotti"

    Come curare i "capillari rotti"

    Cellulite cause e rimedi"

    Cosa sono Emorroidi, Ragadi, Fistole e Prolassi anali

    Come curare Emorroidi, Ragadi, Fistole e Prolassi anali

    Rimedi naturali per patologia Proctologiche. Sono efficaci?

    Tempi di ripresa dei trattamenti Proctologici

    Cosa sono le Vene Varicose

    Come curare le Vene Varicose